SERGHEJ POTAPENKO _ SACHA NOJKIN maggio>giugno 2006


     Lo spirito di questo progetto è quello di compiere una sorta di rivisitazione e di rielaborazione 
delle opere di due giovani artisti russi attraverso la loro poetica, ed il loro immaginario sospeso tra sogno e realtà.
Questa mostra vuol essere un ricordo/racconto di due artisti pieni di passione e romanticismo, 
ma inquietanti nella loro ricerca dialettica.
mostra
Serghej Potapenko : Leningrado 1962 - 2003 
     Artista erratico, Potapenko non riposa su modelli acquisiti ma ci induce a riflettere sull'imprevisto, 
a volte trasfigura i contenuti materiali abbozzando una storia nella storia, "quel qualcosa da vedere" 
non solo con gli occhi.
Potapenko ha lavorato tra Italia e Russia, in particolare i suoi lavori sono stati esposti in Torino 
(Unione Culturale Franco Antonicelli, Palazzo Bricherasio) a Nizza, Lyon, Trento, Pordenone, Apricale, ecc). 
Le sue tele e incisioni sono presenti in collezioni private di prestigio. Hanno scritto di lui 
Francesco Poli, Tiziana Conti, Luisa Perlo.
Serghej Potapenko
Sacha Nojkin: Voronezh 1958 - 2000 
     Le opere di Nojkin sono un miscuglio tra immagini "naif", profondamente impresse nel folklore russo, 
e la sua interpretazione ironica, con la quale l'artista mette in scena dei personaggi grotteschi e 
seducenti nella loro goffaggine.
Sacha lascia libero corso alla sua fantasia surrealista ironizzando sull'era sovietica sul sogno che
concepiva l'uomo come puro accessorio di un disegno sovrastorico.
I lavori di Nojkin hanno trovato posto nei più grandi musei e gallerie di Polonia, di Repubblica Ceca 
e nei musei d'arte moderna di New York e di Los Angeles. Le sue opere fanno parte di numerose collezioni 
private, come le prestigiose collezioni dell' ex presidente Richard Nixon, della cantante Madonna e 
della famiglia reale dei Romanov.
Sacha Nojkine

enpleinair

Con il Patrocinio dell'Associazione Russkij Mir di Torino
Russkij Mir