Performance 24Kb

 Trona a Semeria Francesca


Il mio lavoro nasce da quelloche mi circonda:
cinema, fumetti, televisione,cultura della strada, musica,
in un mix che elaboro secondo quello chev oglio comunicare, spesso cambiando o sovvertendo completamente il
significato rispetto al messaggio originario.
Per esempio :nel mio lavoro con i
Manga giapponesi
ho dovuto fare un'accurata ricerca per trovare dei personaggi di eroi femminiliche fossero diversi dal solito stereotipo di donna rappresentato
dai disegnatori giapponesi che sono spesso palesemente misogini.

Stessa ardua ricerca ho dovuto affrontare per trovare un tipo
di rappresentazione della sessualita' che non fosse soltanto maschile, in
effetti negli Stati Uniti, dove ho vissuto per un po' di tempo(due anni
circa), esiste credo l'unica , eperaltro molto ridotta , pornografia
prodotta e realizzata da donne.

   
Baby Baby

 

 

       
Nella mia prima performance
"L'uomo nero",
ero vestita in lattice nero (abbigliamento sado-maso) e rappresentavo il carneficeo comunque una figura potente epericolosa che prima accarezzava,successivamente picchiava e legava
con delle garze sprayate di nero unmanichino-bambina , poi armata di
due grossi coltelli, colpivo ripetutamente un altro manichino
rappresentante un uomo.

Mi piace spesso nei miei lavori identificarmi con i personaggi piu'
inquietanti , malvagi, o volgari perche' solo performando quello
che non mi piace o mi spaventaq uesto non ha piu' potere su di me.

Ho realizzato le foto della bambola che ferita (sembra una violenza sessuale)cerca di difendersi con un coltello e da vittima passiva diventa attiva nellapropria difesa , questo si collega anche a quella che e' la mia
percezione sugli ostacoli di crescita psicologica che le donne devono
affrontare per contrastare l' immagine mediatica che ci propone sempre
una donna vittima o passiva di fronte
al pericolo o all'avventura.

uomo nero 3,57kb

La seconda performance
"Medusa-cyborg".
Medusa e' per me la sessualita',
l'aggressivita', l'orrendo nel femminile,caratteristiche che esistono ma che spesso vengono represse perche'contrastano molto con quello chela donna dovrebbe o si vorrebbefosse , causando cosi' depressionee autolesionismo.
Attraverso la liberazione di queste
pulsioni e con i mezzi tecnologici dicui le donne si devono appropriare e'possibile arrivare al proprio e autentico SE'.
Per quanto riguarda il cyborg,
parto dalla considerazione di tecnologiacome prolungamento delle capacita' umane, da qui la necessita' delledonne di utilizzare i mezzi tecnologici ,per vincere quell'atavica avversione alle macchine derivata dalle teorie
piu' obsolete.


 
L' ultima mia performance:
"Califano"
oltre che il tentativo di abolire iltabu' della donna mascolina si tratta proprio di ricordare il passato dispiccato maschilismo italiano, e sempre per annullare il fastidio eil peso del passato diventando questo.
Mi interessa l'arte comecomunicazione su ampia scala e per il maggior numero di persone possibile ,per questo opero spesso in luoghi chenon sono soltanto gallerie o musei(dove la vita e'spesso congelata e distante),trovo molto importante cercare di interveniresu diversi piani anche attravers oi tanto odiati e criticati media,a questo proposito ho datorecentemente diverse intervistesu canali pubblici e privati (Rai Sat,Odeon ,Italia Uno, Unica Lombardia) che considero dei lavori.
       
enpleinair
Maionese Carta Bianca