I lavori di Caterina Margherita, sono site specific e nascono da una attenta indagine sul senso del luogo.
Sono opere date dal particolare interesse per le relazioni tra le unità che compongono la configurazione visiva e 
per le qualità emergenti che caratterizzano la nostra percezione diretta dello spazio.
Nei lavori meno recenti, legati alla scultura, si percepisce il tentativo di esplorare e stabilire un dialogo tra lo spazio 
e la materia. 
Le opere, colloquiano con l’ habitat, ed in base ad esso vengono concepite. Nella stretta relazione che la unisce al 
contesto in cui viene immersa, l’opera può trovare la sua interezza e la sua soluzione.
Diversamente nelle opere più recenti, l’artista rinuncia a caricare lo spazio di ulteriori sollecitazioni, attraverso la 
scultura, e piuttosto punta a dar luce quanto già in esso si trova.
Attraverso la produzioni di immagini l’artista sottolinea i particolari e/o le atmosfere del luogo in cui si trova lo stesso 
spettatore. 
La sua ricerca che vede la volontà di rivalutare e dare la possibilità allo spettatore di relazionarsi con spirito 
investigativo a ciò che lo circonda, essa tende ad enfatizzare quanto già esistente, attraverso le immagini essa 
conduce lo spettatore a calarsi oggettivamente nella realtà fisica dello spazio .
Dove non è possibile attuare un lavoro site specific, essa presenta ambientazioni fatto di particolari che hanno il 
potere di dare un senso d’insieme completo (senso globale) come nel caso di “road market”. 
Domenico Papa
immagini lavori